www.accaduehome.com utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore, rispettando la privacy secondo le norme previste dalla legge. Usando il nostro servizio, acconsenti l'impiego di cookie in accordo con la nostra Cookie Policy (Leggi). Per saperne di più o negare il consenso leggi l'informativa completa.

Boffi Storia d'Arredamento Contemporaneo di Design

boffi azienda cucine bagniBoffi è sinonimo di innovazione e design applicati alla cucina e al bagno. Nell'arredamento e' l'unica azienda del comparto cucina insignita del Compasso d'oro alla carriera (1995).
Boffi ha precorso e determinato tutte le più importanti tappe evolutive del settore, diventando un punto di riferimento, in Italia e all estero, per ciò che riguarda sia i prodotti sia la comunicazione e gli spazi espositivi.
Fin dall'inizio della sua storia, Boffi pensa alla strategia produttiva in modo innovativo: creatività, produzione e imprenditorialità sono le tre anime dell'azienda, fortemente integrate nelle decisioni di produzione e nei processi operativi.
La matrice di questo modello è fissata dai fratelli Boffi, Dino, Paolo e Pier Ugo, che negli anni Cinquanta, sviluppando le intuizioni del padre Piero, legano indissolubilmente l'anima creativa dell azienda a quella produttiva e tecnologica. Promotore del rinnovamento dell azienda familiare è, in particolare, Dino, che, fra i protagonisti della ricerca di una via italiana al design, inaugura la collaborazione con progettisti colti e seguaci del modernismo, come Asti, Favre e Casé, autori di rivoluzionarie cucine come Serie C e T12.
Altre tappe significative di questo percorso sono l'art direction di Luigi Massoni, la collaborazione con Joe Colombo, l'opera grafica di Confalonieri, la rivista Ottagono e l esperienza del club di imprese Mobilia. Il nuovo corso dell azienda comincia alla fine degli anni Ottanta, quando Piero Lissoni e Roberto Gavazzi si affiancano a Paolo Boffi.
Nell' arredamento e il design i principi strategici individuati nel passato si definiscono e si sviluppano, inaugurando una strategia fondata su due punti chiave.
- Primo, sottrarre la collaborazione fra impresa e designer all'occasionalità e alla casualità per sistematizzarla e inserirla in un progetto omnicomprensivo, che riguarda non solo la gamma dei prodotti, ma anche i modi di produzione e commercializzazione.
- Secondo, creare un sistema di aziende accomunate dallo stesso spirito con un duplice obiettivo: da una parte diffondere e consolidare la cultura del design, dall altra soddisfare in maniera organica le esigenze e i desideri di una clientela molto esigente.
In questo periodo, la collaborazione fra progetto imprenditoriale, modello produttivo e creatività progettuale si fa sempre più stretta. Fra i risultati più significativi: la creazione di un sistema completo di arredo bagno che integri design, produzione e distribuzione; l'apertura di flagship store nelle principale città del mondo, culminata con l apertura degli show room By, in partnership con Porro e Living Divani; la presentazione di prodotti al mercato internazionale in spazi e allestimenti fuori Salone ; l'acquisizione di Norbert Wangen, storico marchio tedesco di cucine di alta gamma.

La storia: Nel 1934 Piero Boffi lascia la Caproni e fonda un azienda artigiana e nel 1947 Boffi costruisce la prima fabbrica. I figli Dino, Pier Ugo e Paolo entrano nella gestione dell azienda. Dal 1950 al 1965 Il graphic design dell azienda è affidato a Giulio Confalonieri. Nel 1954 Nasce Serie C, di Asti e Favre, la prima cucina colorata. Dal 1960 al 1980 Art direction e' di Luigi Massoni; fra le sue cucine storiche: Xila e Dogu. Nel 1960 Nasce T12 di Gian Casé e Pier Ugo Boffi, prima cucina che associa legno a laminato. Nel 1963 Minikitchen di Joe Colombo, è esposta alla Triennale e al MoMA. Nel 1980 Inizia l'attività nel comparto Bagno. Dalla collaborazione con Antonio Citterio nasce Factory, sintesi fra contenimento e high tech. E' il 1989 e Roberto Gavazzi entra nella compagine societaria e assume l'incarico di amministratore delegato. Nel 1990 Inizia l'art direction di Piero Lissoni che si impone con i modelli Esprit e Latina.
Nel 1995 Boffi viene insignito al Compasso d'oro alla carriera e apre Boffi Studio Paris, primo flagship store Boffi all estero. Nel 1997 WK6 (World Kitchen 6) viene presentata nella cornice della chiesa sconsacrata di San Paolo Converso. Nel 1998 Due collezioni bagno storiche - I fiumi (design Silvestrin) e Minimal (design Gianturco) segnano l'espansione del comparto bagno. Nel 1998 Apre Boffi Solferino, primo negozio monomarca diretto Boffi dedicato alla progettazione dell ambiente bagno. Nel 2000 Apre a New York Boffi Soho, primo negozio monomarca diretto negli Stati Uniti e nel 2002  l'azienda ottiene la certificazione ISO 9002:2000; alle Ex-Officine Caproni presentazione della cucina LT (design Lissoni).
Nel 2003 l'azienda acquisisce Norbert Wangen, marchio tedesco di cucine di alta gamma. Norbert Wangen collabora con Boffi come progettista di diversi prodotti delle collezioni cucine e bagni. Case System 2.3 (design Piero Lissoni) si aggiudica il premio internazionale Red Dot per il miglior design di prodotto 2004 - la rubinetteria Cut (design Mario Tessarollo e Tiberio Cerato) viene selezionata per il Compasso d Oro e nel 2004 vince il Red Dot per il miglior design di prodotto 2006 - Anthea (design Studio Kairos), progetto di interpareti per razionalizzare lo spazio, inaugura il terzo comparto di produzione: quello dei Sistemi. Naoto Fukasawa inizia la collaborazione con Boffi disegnando la vasca Terra. La cucina Table System (design Piero Lissoni) vince il premio Good Design 2007. 2008.boff cucine azienda premi bagni
Presso i Magazzini di Porta Genova viene presentata la cucina duemilaotto (design Lissoni) e la collezione lavabi e vasca Sabbia (design Fukasawa). +/- mobile si aggiudica il Good Design Award del Chicago Athenaeum.

La produzione: In termini produttivi, Boffi si caratterizza per una combinazione flessibile di industria e artigianato che mira a conseguire i migliori risultati nella realizzazione dei progetti: associa processi e metodiche produttive moderne che fanno ampio ricorso al controllo numerico e al modello di lean enterprise alla tradizione artigianale nella quale affonda le proprie radici, e della quale ha conservato quelle tecniche che permettono di esaltare la qualità del prodotto. Per esempio, la verniciatura a lacca lucida ancora eseguita con macchinari manuali e le lavorazioni fuorimisura realizzate su richiesta del cliente secondo un modello sartoriale.
Boffi ha poi costruito un sistema di alleanze con le migliori industrie che operano nel campo delle attività non facenti parte del perimetro produttivo interno. Si tratta della produzione di elettrodomestici, acciai, pietre, sanitari e rubinetti e in generale quanto non incluso nella lavorazione del legno. Queste alleanze consentono all'azienda di disporre delle migliori offerte tecnologiche sviluppate in partnership con il network di fornitori esterni, per costruire una gamma completa e il più possibile sofisticata, esclusiva e qualitativamente ottimale.

© 2018 AccadueHome Arredamento Casa e Design V. del Carso n°33 Pesaro | +39 0721 430392 | F.0721 457277